Logo Sta-Nantee
Italiano English 中文
in Carrara since 1936
Iscriviti alla newsletter



Scultura estemporanea
Lungo i sentieri delle Apuane esistono alcune piccole sculture eseguite direttamente sulle pareti rocciose da mani tanto esperte quanto anonime. La particolarità di questo museo diffuso a cielo aperto sta nell'estrema delicatezza delle opere, nella loro semplicità espressiva e nella forza che da esse emerge.
La fotografia ne mostra una: un uccello che esce dalla roccia e prende il volo. Da idea l'animale si fa plastico, vero e abbandona idealmente la sede di roccia da cui è nato, in cui era rinchiuso. Un esempio di non finito artistico (le zampe sono ancora fuse nel marmo), di staminalità della pietra (quella parete avrebbe potuto racchiudere qualsiasi forma, avrebbe potuto liberare qualsiasi animale) e di indifferenziazione che si fa fine (la natura non ha creato quella pietra per farne un uccello, ma tale alla fine è diventata).
In analogia con la tradizione della poesia estemporanea o dell'improvvisazione musicale, questa forma d'arte potrebbe essere chiamata scultura estemporanea: nata ex tempore, sul momento, senza progettualità, all'improvviso, forte solo di un impeto creativo.
Si può creare un storia intorno a questo tipo di scultura e a quest'uccello in particolare (è necessario localizzarlo con precisione per poterne capire il contesto ambientale): la storia del marmo che chiama lo scalpello a sé, che chiede di essere trasformato in qualcosa, di ricevere la vita dalla mano dell'uomo; la storia di un artista (o di mille artisti) che non ha nome, ma che parla attraverso le trasformazioni che impone alla pietra, disseminandole sui monti, lasciando il marmo là dove nasce, nel totale rispetto del volere della natura.
1818
1880
1890
1902
1923
1936
1960
2005
2010
2011
2012
La duchessa Maria Beatrice d'Este e i Betogli.
anno 1818
Antiche tecniche di taglio.
anno 1880
La cava di Poggio Silvestre fornisce marmi per la costruzione di importanti opere in Europa.
anno 1880
Viene terminata la costruzione della Ferrovia Marmifera.
anno 1890
I velieri che trasportavano il marmo.
anno 1902
Aldo Scarzella “Il Marmista” dagli archivi Staminalstone.
anno 1923
Staminalstone inizia la sua storia
pencil
anno 1936
Aldo Vanelli compra la cava 67 Zona Mossa.
anno 1960
Staminalstone acquisisce la cava 66 Poggio Silvestre.
anno 2005
I marmi di Staminalstone sono impiegati per applicazioni di lusso e di design.
anno 2010
Viene inaugurata la sede di Staminalstone Cina a Xiamen.
anno 2011
Il marmo delle cave Staminalstone viene usato per la costruzione dell’opera d’arte Stone Gate.
anno 2012